Sostenibilità non è più soltanto sinonimo di rispetto ambientale. Nel corso degli ultimi anni, questo concetto si è sempre più allargato, fino ad abbracciare il benessere delle persone, il miglioramento della qualità del lavoro, l’equilibrio tra vita professionale – vita privata e la riduzione delle disuguaglianze (di genere, economiche o generazionali, ad esempio).

“Il mondo del lavoro – precisa Orazio Stella, senior partner di Loriga&Associati, società di ricerca e selezione – è profondamente cambiato negli ultimi due anni, ma non dobbiamo pensare che si tratti solo di smart working o remote working. È un cambiamento molto più ampio e profondo, che riguarda le organizzazioni e le persone, ed i valori che le ispirano. Stiamo andando verso quella che potremmo definire la ricerca della sostenibilità sociale, che è molto più difficile da misurare perché non parametrata su valori oggettivi (come possono essere, invece, la riduzione delle emissioni o il risparmio energetico), ma che in realtà ha un impatto notevole anche a livello economico e di business”.

Nel 2023, ci aspettiamo una maggiore capacità delle aziende di comprendere e supportare gli obiettivi – personali e familiari – dei propri collaboratori e una connessione sempre più forte con l’ambiente esterno, per provare a conciliare obiettivi di business e di responsabilità sociale. In generale, potremmo dire che il successo personale (quello vero e duraturo) passa anche per la capacità di mettere insieme le proprie esigenze, quelle della famiglia e degli amici e attraverso le eventuali attività di volontariato e di “contributo al sociale” per provare a rispondere, in maniera adeguata, agli stimoli che arrivano da ciascuna dimensione.

“Per evitare che aziende e persone viaggino in direzioni differenti – aggiunge Orazio Stella – diventa sempre più importante che i manager elaborino proposte (per i candidati, ma anche per le risorse già a bordo) che facciano leva proprio sulla sostenibilità, intesa come possibilità di conciliare, in maniera permanente, le proprie aspettative personali con le necessità aziendali. Solo quando i valori e le aspettative del singolo coincidono con quelli dell’azienda tutti lavoreranno insieme per raggiungere un unico grande risultato: conseguire gli obiettivi di business e, insieme, fare in modo che le persone realizzino i propri obiettivi di realizzazione personale”.

Redazione
Redazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: