fbpx

Safety Machinery Expert | SME

Il percorso di Qualifica professionale Esperto Sicurezza Macchine – SAFETY MACHINERY EXPERT è studiato al fine di rispondere alle esigenze di coloro che desiderano dare operatività ai concetti della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

CORSO RICONOSCIUTO CNI PER IL RILASCIO DEI CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI CFP INGEGNERI E PERITI INDUSTRIALI 

ISCRIVITI

L’elevato grado di automazione dell’industria manifatturiera, la spinta all’innovazione derivante delle agevolazioni previste dal piano Industria 4.0, le interconnessioni e le integrazioni di macchinari e linee produttive pongono sfide sempre nuove ed evidenziano carenze formali e strutturali derivanti da una conoscenza superficiale della tecnologia, delle normative vigenti e dei requisiti di sicurezza imposti dalla direttiva macchine 2006/42/CE.

Tali requisiti, pur restando invariati, impongono sempre nuove conoscenze per mantenere i macchinari ed i relativi sistemi di comando e controllo al passo con il progresso tecnologico richiesto dalla direttiva macchine stessa e dall’evoluzione della normativa armonizzata.

Ciò significa che la salute, la sicurezza degli operatori e dell’ambiente, nonché l’integrità degli equipaggiamenti dipendono sempre più dal corretto funzionamento e dall’affidabilità dei sistemi di controllo e comando.

I 5 moduli del percorso

Modulo 1 – Analisi dei rischi e redazione fascicolo tecnico ai sensi della Direttiva Macchine

Analisi dei rischi e redazione del fascicolo tecnico ai sensi della direttiva macchine

  • Disposizioni di legge relative alla costruzione e all’installazione di macchine e impianti con orientamento ai mercati di riferimento
  • I requisiti essenziali di sicurezza e salute in riferimento all’All. I della Dir. 2006/42/CE
  • I contenuti del fascicolo tecnico di una macchina in riferimento all’All. VII della Dir. 2006/42/CE
  • Principi di progettazione sicura, concetti di base per l’individuazione dei pericoli e strategia per la riduzione del rischio in riferimento alla norma armonizzata EN ISO 12100:2010
  • Metodologia per la valutazione dei rischi in riferimento alla norma ISO/TR 14121-2
  • Le principali norme tecniche applicabili ad un processo di analisi dei rischi
  • Esempi pratici di analisi e valutazione dei rischi

Modulo 2 – Manuale d’uso e procedure di valutazione della conformità

Manuale d’uso e procedure di valutazione della conformità

  • Esame dei requisiti dell’allegato I della Dir. 2006/42/CE riguardanti le istruzioni d’uso
  • Generalità, definizioni e scopo delle istruzioni d’uso
  • La normativa tecnica relativa alle modalità di redazione delle istruzioni d’uso
  • Il contenuto delle istruzioni d’uso:
    • Trasporto e installazione della macchina
    • Descrizione della macchina e destinazione d’uso o Dati tecnici e rumore aereo emesso
    • Descrizione dei comandi
    • Regolazione della macchina o Uso della macchina
    • Manutenzione ordinaria e straordinaria o Dispositivi di sicurezza
    • Controindicazioni d’uso e uso improprio
    • Messa fuori servizio e dismissione della macchina
  • Confronto con gli obblighi imposti dal D.Lgs. 81/2008 in riferimento alle istruzioni per l’uso

Modulo 3 – Equipaggiamento elettrico delle macchine

Equipaggiamento elettrico delle macchine

  • La norma CEI/EN 60204-1:2006 + Amd
  • La valutazione del rischio elettrico nelle macchine
  • Il rapporto tra costruttore ed utilizzatore nello scambio delle informazioni
  • L’impostazione della progettazione dell’equipaggiamento elettrico in relazione all’uso e alle condizioni ambientali
  • L’interfaccia con la rete di alimentazione: sezionamento ed interruzione elettrica
  • Le misure di protezione dell’equipaggiamento elettrico contro: i contatti diretti e indiretti, le sovracorrenti ed il sovraccarico, le temperature anormali e l’interruzione o la riduzione di tensione di alimentazione
  • I circuiti di comando e controllo
  • Le apparecchiature di comando
  • I quadri elettrici delle macchine
  • Tecniche di cablaggio
  • La documentazione e la targatura di un equipaggiamento elettrico
  • Prove di sicurezza elettrica

Modulo 4 – Dispositivi di protezione delle macchine

Dispositivi di protezione delle macchine

  • I requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute applicabili ai dispositivi di protezione delle macchine
  • Panoramica sui dispositivi di protezione delle macchine
  • Criteri di scelta dei dispositivi di protezione delle macchine (EN ISO 14120:2015)
  • Criteri di posizionamento dei dispositivi di protezione: tempi di arresto e/o distanza minima dalla zona pericolosa (EN ISO 13855:2010 e EN ISO 13857:2008)
  • Tipologie di dispositivi di interblocco per i ripari mobili (EN ISO 14119:2013)
  • Misure contro l’elusione
  • Sistemi di interblocco con bloccaggio del riparo
  • Esempi pratici di corretta scelta e dimensionamento dei dispositivi di protezione delle mac-chine
  • I blocchi logici con funzione di sicurezza (LUTESF)
  • La marcatura CE ai sensi della Direttiva Macchine

Modulo 5 – Sicurezza funzionale dei sistemi di comando

Sicurezza funzionale dei sistemi di comando

  • Direttiva Macchine 2006/42/CE: i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute applicabili ai circuiti di comando aventi funzione di sicurezza
  • Caratteristiche dei circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza
  • La norma EN ISO 13849-1:
    • Il campo di applicazione
    • Il concetto di guasto
    • Il performance level (PL)
    • Architetture predefinite (categoria di sicurezza B, 1, 2, 3, 4)
    • Procedura per il calcolo del PL
  • Confronto con la tra la EN ISO 13849-1:2015 e la EN 62061:2015 + Amd(s)
  • Requisiti delle norme EN ISO 4413 (oleoidraulica) e EN ISO 4414:2010 (pneumatica)
  • Esercizi pratici di validazione del PL tramite l’utilizzo del software SISTEMA

Ciascun modulo e/o l’intero percorso sono finanziabili attraverso i fondi interprofessionali cui l’azienda aderisce.

Obiettivo

Il percorso Esperto Sicurezza Macchinari – Safety Machinery Expert (SME) intende fornire:

  • approfondimenti relativi alla Guida alla Direttiva Macchine ed. 07/2017;
  • informazioni in merito allo stato dell’arte nell’ambito dei componenti di sicurezza e dei blocchi logici con funzioni di sicurezza;
  • esempi applicativi della normativa armonizzata;
  • tecniche di calcolo e assessment del PL e del SIL;
  • approfondimenti della nuova IEC 60204-1:2016.

Destinatari

Il corso è rivolto soprattutto personale tecnico specializzato, le cui responsabilità lavorative fanno capo a progettazione, costruzione, funzionamento, manutenzione e/o adeguamento di macchine, controllo di macchinari e impianti industriali (sia nuovi che in servizio).

Numero partecipanti

Per assicurare la qualità didattica il corso è a numero chiuso (max 20 partecipanti). Le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Durata e Costi

Il percorso ha una durata di 40 ore.

Ciascun modulo ha un costo di € 350 ed è frequentabile separatamente. L’intero percorso ha un costo di € 1.750 ed è comprensivo dell’esame finale che sarà programmato in un’ulteriore mezza giornata. Tutti i costi sono al netto dell’IVA.

Qualifica e Registro

Al termine dell’intero percorso potrà essere svolto l’esame, in caso di esito positivo saranno rilasciati:
• Certificato Safety Machinery Expert
• Tesserino
• Inserimento nel Registro pubblico
 
 
Sede

L’intero percorso avrà luogo a Reggio Emilia.

Docenti

Ing. Rossano Cuppini e Dott. Adolfo Fiaccadori | Docenti qualificati con pluriennale esperienza in ambito sicurezza macchine e Direttiva Macchine.

Al corso mancano

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Affrettati a prenotare il tuo posto!

Per maggiori informazioni sul corso SAFETY MACHINERY EXPERT, compila il modulo

Clicca qui per l'Informativa Privacy

Sede di W.Training: Via Antonio Gramsci 1/H, Reggio Emilia

Date:

  • 18 aprile
  • 3 maggio
  • 17 maggio
  • 31 maggio
  • 13 giugno

Ore: 9-13 – 14-18

40 ore (percorso completo)

8 ore (modulo singolo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: