Generalmente, per ottenere un certo comportamento dalle persone si stabiliscono delle regole e poi si aggiungono “sanzioni” per chi non le rispetta. La nostra società, il nostro vivere quotidiano è permeato da questo modo di pensare e di agire: a partire dai metodi utilizzati per far rispettare la legge, passando per lo sport, la scuola e persino la vita privata.

Comunichiamo ansia, instilliamo paura, poniamo divieti, limitazioni, obblighi, che generalmente vengono percepiti come imposizioni dall’alto, dal cosiddetto “ufficio-complicazioni-cose-semplici”, come un aumento del lavoro, della fatica, delle responsabilità o dei costi in più da sostenere.

La formazione più “illuminata” del momento, cerca però di ribaltare la prospettiva da cui guardare la situazione e di utilizzare un approccio positivo e premiante, anziché negativo e punitivo, che porti ad un miglioramento culturale, ad un forte aumento dei comportamenti sicuri e ad un significativo abbassamento del tasso infortunistico.

Come si fa, quindi, a passare dal “Peso della Responsabilità” che grava su ogni lavoratore alla “Condivisione della Responsabilità” tra le persone?

Penso che il primo passaggio sia quello di mettere al centro dell’attenzione la persona prima ancora del lavoratore, coinvolgendola emotivamente nell’attività e nelle decisioni in cui può prendere parte.

Questo la aiuterà a sentirsi parte attiva e indispensabile di un gruppo, di una squadra, di un‘azienda e a essere maggiormente coinvolta verso il raggiungimento di un obiettivo comune.

Tutto questo significa dare valore alle individualità e creare valore aggiunto al gruppo stesso.

Citando un aforisma di Aristotele che ci dice che “Il tutto è maggiore della somma delle sue parti”, bisognerebbe approfittarne per trasmettere a tutti l’importanza del proprio ruolo nel migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul posto di lavoro.

FormareTe, proprio in quest’ottica, vuole mettere al centro “TE”, ovvero:

  • la persona che gli si rivolgerà per un dubbio, una consulenza, una richiesta,
  • la persona che parteciperà ad una sua attività formativa,
  • la persona che rappresenta l’azienda con cui intraprenderà una possibile collaborazione.

Attraverso il nuovo sito, FormareTe vuole dare migliore visibilità al suo impegno quotidiano per diffondere la cultura della sicurezza, anche attraverso le collaborazioni attivate con la Regione Emilia Romagna, gli enti bilaterali, altre strutture formative e il suo staff di docenti.

Sta inoltre implementando una sezione Newsletter per tenere aggiornati i clienti con le novità, non solo in ambito formazione, ma anche relativamente ai settori di competenza delle due società (W.Training ed Ecoricerche) da cui è composta, in grado di fornire innumerevoli servizi utili ai loro utenti.

Infine, un’Area Riservata è dedicata proprio ai suoi clienti, in cui trovare materiali didattici dei corsi frequentati e questionari di gradimento in cui lasciare opinioni personali, suggerimenti e consigli.

Perché l’insieme è maggiore della somma delle parti e FormareTe vuole fare squadra con te!

Photo by Troy Bridges on Unsplash

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: