Operazione Rif PA 2019-13370/RER approvata dalla Regione Emilia-Romagna con DGR 1017/2020 e finanziata dal Fondo Sociale Europeo Asse FSE – I – Occupazione

La rendicontazione non finanziaria

 

Corso gratuito

Obiettivo del corso

Il corso ha l’obiettivo di fornire una formazione a 360° sul tema della rendicontazione non finanziaria in relazione agli obblighi di legge e alle modalità di comunicazione volontaria delle performance sociali e di sostenibilità ambientale.

Durata: 24 ore

Destinatari: piccole imprese e liberi professionisti

Docente: Antonino Calabrese

Contenuti

La legge 254/16 ha introdotto per gli enti di interesse pubblico l’obbligo di rendicontazione non finanziaria, ossia la comunicazione, a partire dall’esercizio 2017, di informazioni su sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale, catena di fornitura, gestione delle diversità e gestione dei rischi.

Obiettivo della legge, che dà seguito a una direttiva comunitaria (2014/95/UE), non è solo indurre le aziende a comunicare in modo corretto e oggettivo gli impatti “non finanziari” della loro attività (ESG: Environmental, Social, Governance), ma far in modo che questi temi entrino a far parte dei target aziendali, favorendo un cambiamento non solo organizzativo, ma anche culturale.

Nel 2018 è stato pubblicato un rapporto dal titolo Non-financial information as a driver of transformation. Evidence from Italy realizzato da CONSOB. Andando oltre la verifica della mera applicazione degli obblighi di legge, il rapporto si domanda quanto le informazioni di tipo ESG richieste dalla direttiva siano state integrate nella governance aziendale. Dal report emerge che la direttiva sulla rendicontazione non finanziaria può contribuire a una trasformazione culturale nell’approccio aziendale alla corporate governance.

La rendicontazione delle informazioni non finanziarie può infatti dare impulso a un’integrazione dei fattori ambientali, sociali e di buona governance in molte diverse aree dell’attività aziendale.

 Emerge, pertanto, la forte necessità di dare un impulso alle opportunità della trasformazione culturale che nascono dall’integrazione dei fattori ESG in azienda.

Parallelamente all’obbligo di legge previsto per le grandi aziende, si assiste negli ultimi anni anche ad un’importante azione di rendicontazione non finanziaria di natura volontaria da parte di un elevato numero di aziende nazionali ed internazionali, che annualmente accompagnano al bilancio di esercizio una serie di altre informazioni di natura non economico-finanziaria.

Il contributo del corso è proprio quello di stimolare le aziende non soggette all’obbligo di legge ad implementare sistemi di rendicontazione circa le performance nel campo della sostenibilità ambientale e sociale, con una particolare attenzione verso il comportamento dell’azienda verso i propri dipendenti e, più in generale, verso gli stakeholder aziendali.

Si intende stimolare un approccio proattivo alla rendicontazione non finanziaria che sia in grado di generare effetti sulla mission dell’azienda, l’attivazione di comportamenti virtuosi e progetti trasversali e di lungo periodo, la progressiva considerazione delle connessioni tra elementi finanziari e non finanziari negli strumenti di rendicontazione, il coinvolgimento di stakeholder interni ed esterni nell’analisi di materialità, l’inclusione dei rischi non finanziari nell’analisi dei rischi.

Programma

Clicca per visualizzare

  • Modulo 1 – Il Bilancio di Sostenibilità e la Rendicontazione non finanziaria in ottemperanza al Decreto Legislativo 254/2016
  • Modulo 2 – Perché aderire volontariamente: benefici e opportunità
  • Modulo 3 – Standard e metodologie per una rendicontazione non finanziaria e d’impatto: le principali linee guida e gli strumenti necessari per la predisposizione della rendicontazione non finanziaria, schemi di rendicontazione, metodologie di contabilità e KPI (Key Performance Indicators)
  • Modulo 4 – L’analisi di materialità. Le attività di stakeholder engagement. La misurazione degli impatti

Calendario

Clicca per visualizzare

Da definire.

Destinatari

Clicca per visualizzare

  • Imprese di piccole dimensioni (con meno di 50 occupati e che realizzano un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro) aventi sede legale o unità produttiva in Regione Emilia-Romagna appartenenti a tutti i settori produttivi, tranne l’agricoltura;
  • liberi professionisti.

Durata

Clicca per visualizzare

24 ore

Docenti

Clicca per visualizzare

Il docente del corso è Antonino Calabrese. Dopo il conseguimento della Laurea in Economia e Commercio all’Università La Sapienza di Roma ed il Master in Direzione Aziendale presso l’ISTUD Istituto Studi Direzionali di Stresa, ha svolto il servizio militare come Ufficiale dei Carabinieri, al termine del quale a partire dal luglio del 1989 e per circa tre anni ha lavorato presso l’Ufficio Bilancio & Subsidiaries della Mobil Oil Italiana SpA. Conseguita l’abilitazione come Dottore Commercialista ha intrapreso la professione in ambito aziendale, sia come consulente di Direzione, sia a capo di uffici amministrativi, focalizzando la propria attenzione sul controllo di gestione e l’ottimizzazione dei processi amministrativi. Attualmente svolge la professione prevalentemente come Direttore Amministrativo presso aziende medio-piccole ed è membro della Commissione Controllo di Gestione e Finanza dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma.

 
 
 

Affrettati a prenotare il tuo posto!

Le iscrizioni sono aperte

Per maggiori informazioni su LA RENDICONTAZIONE NON FINANZIARIA lasciaci i tuoi dati. Sarai ricontattato al più presto.

Clicca qui per l'informativa privacy

3 + 15 =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: