Fondo Nuove Competenze

ContattaciScopri di più

“Innalzare il livello del capitale umano nel mercato del lavoro offrendo ai lavoratori l’opportunità di acquisire nuove o maggiori competenze e di dotarsi di strumenti utili per adattarsi alle nuove condizioni del mercato del lavoro, sostenendo le imprese nel processo di adeguamento ai nuovi modelli organizzativi e produttivi determinati dall’emergenza epidemiologica da Covid 19” è l’obiettivo del Fondo Nuove Competenze.

01

Cos’è

 

Il Fondo Nuove Competenze è un contributo a fondo perduto che permette alle imprese di realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’azienda, in base alle quali una parte dell’orario di lavoro viene usata per percorsi formativi.

02

A chi è rivolto

 

La misura si rivolge a tutti i datori di lavoro privati con dipendenti che applicano il Contratto collettivo nazionale del lavoro. L’agevolazione è quindi accessibile anche per i liberi professionisti che abbiano lavoratori dipendenti da destinare alle iniziative di formazione.

03

Cosa finanzia

 

Il Fondo Nuove Competenze rimborsa il costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla formazione. L’erogazione del contributo è eseguita da INPS in due tranches: anticipo del 70% e saldo.

Il Fondo Nuove Competenze

 

Finalità

Contributi finanziari ai datori di lavoro al fine di favorire:

  • l’introduzione di innovazioni organizzative, tecnologiche, di processo di prodotto o servizi in risposta alle mutate esigenze produttive dell’impresa;
  • la riqualificazione professionale del lavoratore al fine di promuovere processi di mobilità e ricollocazione.

Modalità

Gli accordi collettivi – aziendali o territoriali – di rimodulazione dell’orario di lavoro devono essere sottoscritti entro il 30 giugno 2021 (data entro la quale dovranno essere presentate all’ANPAL le domande di accesso al Fondo Nuove Competenze) e devono prevedere progetti formativi che evidenzino:

  • il numero di lavoratori coinvolti;
  • numero di ore dell’orario di lavoro da destinare alla formazione (max 250 ore a lavoratore);
  • le competenze che hanno i lavoratori e quelle che devono acquisire per adeguarsi ai mutamenti intervenuti e per essere maggiormente appetibili nel mercato del lavoro;
  • le attività formative – formulate per competenze riconducibili al sistema delle qualifiche nazionali /europee EQF 3 e/o 4;
  • modalità di messa in trasparenza e attestazione delle competenze acquisite;
  • nei casi di erogazione della formazione da parte dell’impresa, la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità.

Presentazione e tempistiche

Documentazione di presentazione:

  • Accordo collettivo
  • Progetto Formativo
  • Elenco lavoratori coinvolti con indicazione per ognuno del livello contrattuale e del n. di ore di formazione a cui partecipano
Tempi

ANPAL riceve in ordine cronologico le richieste, ne verifica la conformità e, sentita la Regione di riferimento della sede legale (silenzio assenso 10 gg), approva il progetto.

I corsi devono terminare entro 90 giorni dalla data di approvazione, ma per i Fondi interprofessionali e Formatemp (fondo per i lavoratori in somministrazione) il termine sale a 120 giorni.

 

I numeri di W.Training

W.Training, che da oltre 15 anni supporta le imprese nella gestione dei Fondi per la formazione, ha la giusta esperienza e i requisiti per:

  • individuare un percorso formativo personalizzato;
  • curare la rilevazione e la certificazione delle competenze; 
  • presentare la richiesta di finanziamento, curare le attività di gestione e rendicontazione.

Qui di seguito, i risultati che abbiamo già conseguito sul Fondo Nuove Competenze.

 

Valore dei piani presentati

Ore di formazione

News

Il ritorno del Fondo Nuove Competenze

Il tanto atteso strumento che permette alle imprese di investire sulle competenze dei lavoratori, destinando parte dell’orario alla formazione, potrebbe vedere la luce nelle prossime settimane con alcune novità che dovrebbero garantire una maggiore qualità dei percorsi formativi e, di conseguenza, una maggiore efficacia degli interventi.

Fondo Nuove Competenze: grande attenzione ai settori maggiormente interessati dalla transizione ecologica e digitale

Diventa pertanto ancora più urgente affrontare con largo anticipo il tema delle competenze che le aziende riconoscono come indispensabili per affrontare questa nuova fase di transizione ecologica e digitale, resa ancora più complessa dalle drammatiche vicende del conflitto in Ucraina e dalla conseguente instabilità dei mercati.

Per maggiori informazioni sul Fondo Nuove Competenze, compila il form.

Ti ricontatteremo a breve.

    Letta e compresa la Privacy Policy
    Al trattamento dei miei dati personali per la finalità di Marketing descritta al punto 3.b della Privacy Policy
    Al trattamento dei miei dati personali per la finalità di Profilazione descritta al punto 3.c della Privacy Policy