TEST DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO – CORSO I TREND DELL’INNOVAZIONE DIGITALE: IL LAVORO, LE TECNOLOGIE, LE RELAZIONI (Excel)

    TEST DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO

    Piano Formativo AVT/030C/20 (AVVISO 1/2020) Fondimpresa "FEDERICO FELLINI" - CUP G81D21000240008

    Titolo e ID (codice identificativo) del corso (Azione Formativa):2505098_ I TREND DELL'INNOVAZIONE DIGITALE: IL LAVORO, LE TECNOLOGIE, LE RELAZIONI (Excel)

    Azienda: EMEL - EMILIANA SERBATOI - IMAGE LINE - OSPEDALI PRIVATI FORLI - PFB - SITEM -STILFER

    Data 08 giugno 2021

    Campo obbligatorio

    Campo obbligatorio

    Istruzioni per la compilazione

    Obiettivo del presente questionario è la verifica dell’acquisizione delle nozioni trattate nel corso in oggetto. Si precisa che, per ogni quesito, è prevista una sola risposta corretta, quando non diversamente specificato nel testo della domanda stessa.
    1. Se G5:G10 è un intervallo di numeri naturali con possibili ripetizioni, CONTA.PIÙ.SE(G5:G10;3;G5:G10;"2") da come risultato
    La somma delle ripetizioni dei numeri 3 e dei numeri 20, cioè zero, in quanto il numero 3 non è stato racchiuso tra doppi apici. Il risultato non è quindi corretto0, cioè zero, in quanto è stato ripetuto due volte lo stesso criterio riferito ad uno stesso intervallo. Il risultato non è quindi corretto
    2. Cosa succede se nella prima colonna della "matrice_tabella" di CERCA.VERT() ci sono ricorrenze multiple del "valore" di riferimento?
    Il risultato di CERCA.VERT sarà 0Il risultato sarà un messaggio del tipo #RIF ? in quanto la funzione si trova a fronteggiare una situazione ambiguaIl risultato sarà riferito alla prima occorenza del valore di riferimento
    3. Per quale motivo viene utilizzata la funzione CONFRONTA() nidificata con CERCA.VERT() ?
    Se usata con CERCA.VERT () la funzione CONFRONTA () può automatizzare il calcolo dell’indice di colonnaSe usata con CERCA.VERT () la funzione CONFRONTA () può automatizzare la scelta del criterio di ricerca nella prima colonna a sinistra della tabella di riferimentoLa funzione CONFORNTA () verifica preliminarmente l’esistenza del valore nella prima colonna a sinistra della tabella di riferimento, evitando di avere come ritorno un risultato #N/D nel caso in cui tale valore non sia presente
    4. Quale è il vantaggio della funzione INDICE () rispetto alla funzione CERCA.VERT()
    Mi consente di cercare valori contenuti in elenchi non univociIl flusso di ricerca non deve andare necessariamente da sinistra a destraLe due funzioni sono sostanzialmente equivalenti
    5. Come deve essere strutturato un database su cui inserire una tabella pivot
    Deve essere una tabella a sviluppo orizzontaleDeve essere una tabella a sviluppo verticaleE’ indifferente
    6. Perchè è importante generare una pivot partendo da un database in formato tabellare ?
    Perchè altrimenti non è possibile generare una tabella pivotPerchè altrimenti non è poi possibile inserire campi calcolatiPerchè mi consente di aggiornare la pivot in caso di aggornamento dimensionale del database origine dati
    7. Esiste un vantaggio nel realizzare un report attraverso una tabella pivot piuttosto che con le formule standard ?
    No nessun vantaggio, sono solo differenti percorsi per arrrivare al medesimo obiettivoSi, la Pivot consente una gestione degli aggioramenti più efficenteI Report ottenibili con le Pivot non sono ottenibili con le formule standard
    8. E’ possibile inserire in una tabella pivot dati presenti in un’origine dati esterna
    No, la pivot deve sempre essere inserita nel file excel dove è presente l’origine datiSi, purchè l’origine dati sia settata in formato tabellareSi è possibile
    9. Cosa è uno « slicer » in ambiente pivot ?
    Un comando per inserire campi calcolatiUn filtro sugli elementi di una pivotUn filtro sui campi che può controllare più pivot
    10. Per cosa può essere utile la funzione « info.dati.tab.pivot »
    Per trasferire i dati da una pivot ad un report su excel standardPer collegare tra di loro più pivotPer visualizzare dati numerici come somme incrementali
    11. Cosa consente di fare Power Query ?
    Creare ambienti di lavoro automatizzatiRistrutturare e « ripulire » databaseEntrambe le precedenti

    Avendo preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali fornita in conformità con il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (2016/679), esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e con le modalità indicate nell'informativa stessa.