Nel Consiglio dei Ministri dello scorso 15 ottobre 2018 è stato approvato il Decreto Legge Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019.

Il Decreto ha introdotto disposizioni urgenti in materia fiscale, tra cui novità importanti in materia di fatturazione elettronica e corrispettivi telematici, nel seguito indicate come da comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 23/2018:

  1. FATTURAZIONE ELETTRONICA – Si mantiene l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica dal primo gennaio 2019, riducendo per i primi sei mesi le sanzioni previste per chi non riuscirà ad adeguare i propri sistemi informatici.
  2. SEMPLIFICAZIONE PER EMISSIONE FATTURE – Si dà la possibilità di emettere fatture entro 10 giorni dall’operazione alla quale si riferiscono. Inoltre, si prevede che le fatture debbano essere annotate nel registro entro il giorno 15 del mese successivo alla loro emissione. Sempre nell’ottica della semplificazione viene abrogato l’obbligo di registrazione progressiva degli acquisti.
  3. IVA – Si prevede che il pagamento dell’Iva slitti al momento in cui la fattura viene incassata.
  4. TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI – Oltre all’obbligo di fatturazione elettronica, si introduce l’obbligo generalizzato di memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi. Questo consentirà di eliminare alcuni adempimenti contabili come l’obbligo di tenuta dei registri e conservazione delle fatture e degli scontrini e un controllo maggiore e meno invasivo dell’Agenzia delle entrate. L’obbligo parte per chi ha un volume d’affari superiore a 400 mila euro dal primo luglio 2019. Per gli altri dal primo gennaio 2020.

Per arrivare pronto alle scadenze del 1° gennaio 2019 e del 1° luglio 2019 in materia di fatturazione elettronica, partecipa al corso 

Fatturazione elettronica verso i privati e corrispettivi telematici

Scopri di più sul corso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: