È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 28 giugno 2018 il Decreto Legge n. 79 del 28 giugno 2018 che stabilisce la proroga al 1° gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti per motori ad uso autotrazione rese da impianti stradali di distribuzione.

Ciò significa che la restante filiera delle cessioni di benzina e gasolio (contratti di netting, grossisti, ecc.) dal 1 luglio 2018 saranno oggetto di obbligo di fatturazione elettronica. Stessa scadenza confermata per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti nei confronti dell’appaltatore principale (solo il primo livello) nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una Pubblica Amministrazione.

Si rammenta, inoltre, che dal 1° luglio 2018 dovrà essere comunque garantita da parte dei soggetti passivi Iva la tracciabilità dei pagamenti per l’acquisto di carburanti per autotrazione, per la detraibilità dell’Iva e la deducibilità del costo, secondo le disposizioni del Provvedimento direttoriale del 4 aprile 2018 e della Circolare n. 8/E del 30 aprile 2018.

Un consiglio da dare a tutti gli operatori economici, per cui ha effetto la proroga, è quello di sfruttare i prossimi mesi per approfondire sempre di più il tracciato della e-fattura ordinaria e semplificata, il processo operativo, il flusso del Sistema di Interscambio, comprendere il giusto comportamento e la revisione dei processi da adottare in relazione alle varie fasi e alle ricevute del Sistema di Interscambio, valutare la selezione di un valido intermediario a cui affidare parte dell’attività, capire l’integrazione con il proprio software di contabilità sia ciclo attivo che passivo.

Stiamo parlando di un cambiamento epocale e quindi va compreso, va analizzata la revisione dei processi al fine di sfruttare pienamente i benefici di medio-lungo periodo e soprattutto è consigliabile iniziare a testare il flusso di fatturazione tramite SdI emettendo e ricevendo fatture elettroniche prima dell’avvio dell’obbligo, mettendosi d’accordo con i propri fornitori e clienti (non è detto che si debba fare con tutti basta anche verso pochi clienti e/o da pochi fornitori….l’importante è iniziare ad utilizzare le regole dello SdI!!).

Si raccomanda di entrare a far parte del Gruppo LinkedIn gratuito “Digitale e Dematerializzazione” in quanto quella è l’area in cui lo Studio F. Lupone pubblica aggiornamenti sulla normativa ed informazioni utili in merito alla fatturazione elettronica, alla digitalizzazione dei processi a norma e alla blockchain. Il 5 luglio sarà pubblicato nel gruppo il tanto atteso vademecum in forma di slide dello Studio F.Lupone sulla fatturazione elettronica B2B e B2C.

Per leggere ed approfondire il Decreto Legge 28 giugno 2018 n. 79 clicca qui

Per approfondire le specifiche tecniche relative alla fatturazione elettronica B2B e B2C clicca qui

Si evidenzia, infine, che è stata messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate un’app denominata FatturaAEe disponibile per il download e l’installazione sia in ambiente Android che in ambiente iOS, attraverso la quale predisporre ed inviare al SdI una fattura elettronica ordinaria o semplificata tra privati ovvero una fattura verso la PA (leggi l’articolo).

Fabrizio Lupone

Digital Process Compliance Expert & Advisor & Trainer

DocPaperless Norma e Tecnica dei Processi Digitali

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: